Come sopravvivere in Australia con il portafoglio vuoto (o quasi)

Clicca e scarica la mini guida:

COME SOPRAVVIVERE IN AUSTRALIA CON IL PORTAFOGLIO VUOTO (O QUASI)

Alzi la mano, anche due, chi sogna di preparare un maxi backpack e finire dall’altra parte del mondo.

Vi dirò la verità: è più difficile immaginarlo che farlo.

Se avete uno spirito avventuroso e le sfide vi piacciono, in un battibaleno potreste ritrovarvi con un visto in mano e il fuso orario al contrario.

Certo il bello viene quando si atterra nella terra dei canguri e, superato lo shock iniziale, si realizza di avere il portafogli vuoto. In un universo parallelo molto, molto e dico molto costoso.

Io sono giunta downunder nel 2014, a trenta anni quasi compiuti, con un conto se non in rosso, almeno in giallo.

E quindi ho dovuto rimboccarmi le maniche e fare appello a tutta la mia capacità di adattamento e tanta fantasia (serve anche quella!).

In Australia ho trascorso due anni con un working holiday visa. I due anni più belli (e folli) della mia vita.

La parentesi fra i canguri è stata così surreale da averci scritto addirittura un romanzo autobiografico, intitolato “TROPPI SOGNI PER UN CASSETTO SOLO”.

Se siete curiosi di leggere le mie avventure (e disavventure), potete acquistare il libro, cartaceo oppure ebook, su Amazon a questo link:

TROPPI SOGNI PER UN CASSETTO SOLO

Alla fine di questa pagina potete scaricare invece una mini guida, molto breve e colorata, dove indico alcune idee per sbarcare il lunario mentre si vive dall’altra parte del mondo. Ne ho testate diverse sulla mia pellaccia e nella guida ho raccolto le idee più azzeccate.

Ci sono 5 sezioni a seconda del tipo di lavoro che fa per voi. Ogni mansione è indicata con il nome in inglese, in modo che impariate già il gergo australiano riferito al mondo del lavoro.

Inutile dire che noi italiani godiamo di una certa venerazione da parte del popolo australiano. Se saprete proporvi come charming rappresentanti del Made in Italy avrete solo da guadagnarci (letteralmente).

Un consiglio: imparate almeno le basi della lingua inglese quando siete ancora a casa di mammà (o comunque in Italia). Fare una full immersion nell’inglese prima di partire vi servirà a giungere “laggiù” preparati e più agguerriti.

Se volete sapere come organizzare una fun immersion di successo, scegliete di partecipare ad un webinar (clicca qui) o richiedete una consulenza personalizzata (clicca qui).

Intanto, ecco il pdf, come promesso.

“COME SOPRAVVIVERE IN AUSTRALIA CON IL PORTAFOGLIO VUOTO (O QUASI)”